Seguici
iBookstore
Android app on Google Play
Like Us
Un programma di
Individuato il Punto per l’Atterraggio di Philae, l’Amico di Rosetta.
17 September 2014, Vienna, Austria


Lo spazio può essere un posto oscuro e solitario, ed è per questo motivo che Rosetta ha deciso di viaggiare con un amico! Infatti, quando ha lasciato la Terra dieci anni orsono, il veicolo spaziale che conosciamo come Rosetta ha portato con sé una piccola sonda chiamata Philae.

Sin dal suo lancio dieci anni fa, Rosetta è stata l’unica a cui abbiamo rivolto la nostra attenzione. La navicella ha trascorso l'ultimo decennio a viaggiare attraverso il Sistema Solare, passando diverse volte vicino a Marte, la Terra e un paio di asteroidi, prima di raggiungere, lo scorso mese, la sua destinazione finale: la cometa 67P / Churyumov-Gerasimenko.

Ma dal prossimo novembre i riflettori si sposteranno su Philae, il quale compirà una sua propria missione e diventerà la prima sonda ad atterrare sulla superficie di una cometa! Durante le ultime sei settimane Rosetta ha continuato a costeggiare la cometa 67P, studiando la superficie per identificare il sito di atterraggio perfetto. Alla fine di agosto, gli scienziati avevano già ristretto la ricerca a cinque regioni candidate. E questa settimana, il punto di approdo di Philae è stato finalmente annunciato ed etichettato come “Sito J”.

Il 6 agosto scorso, Rosetta aveva inviato le prime fotografie ravvicinate della cometa 67P e ciò che queste foto avevano mostrato ha lasciato tutti sorpresi. La cometa appare infatti diversa da tutte quelle che sono state finora osservate. Essa è formata da due parti distinte, identificate come “testa” e “corpo”. Il sito J è situato sulla 'testa' della cometa.

L’insolita forma della cometa la rende sicuramente un oggetto affascinante da studiare, ma allo stesso tempo crea una pista di atterraggio particolarmente impegnativa. Il sito J è stato giudicato il luogo più sicuro, in quanto presenta dolci pendii, pochi massi e abbastanza luce solare da mantenere attiva la sonda, che è alimentata ad energia solare.

Il sito inoltre consentirà a Philae di compiere alcuni emozionanti esperimenti scientifici. Esso raccoglierà infatti campioni della cometa da studiare nel suo laboratorio portatile e rivelerà per la prima volta la forma esatta e il make-up di una cometa!

Fatto curioso

Cerca una foto di cometa 67P. Che cosa vedi quando la guardi? Molte persone pensano che assomigli ad una papera di gomma! Non a caso, questa descrizione è diventata così popolare che “papera di gomma” è ora il soprannome ufficiale di questa cometa!

Share:

Printer-friendly

PDF File
1,1 MB