Seguici
iBookstore
Android app on Google Play
Like Us
Un programma di
Mi sento pesante
23 October 2019

Guardati intorno nella stanza in cui sei ora. Probabilmente contiene una quantità di oggetti di colori e materiali diversi. Tutti questi oggetti sono fatti con le stesse cose: elementi chimici. Ma alcuni di questi elementi contengono più roba, e possono essere creati solo attraverso grandi eventi violenti nello spazio.

Probabilmente già conosci il nome di alcuni di questi elementi chimici, ad esempio l’oro, l’ossigeno, o il rame. Alcuni elementi si possono creare solo all’interno delle stelle. Poi vengono dispersi nello spazio quando le stelle esplodono, e nuove stelle li usano per creare altri elementi chimici. Per ogni nuova generazione di stelle ci sono sempre più elementi chimici a disposizione per formare nuove stelle.

Per la prima volta gli astronomi hanno trovato un elemento molto pesante, creato dalla collisione di due stelle di neutroni. Le stelle di neutroni sono i nuclei ultra-densi che restano quando stelle molto grandi raggiungono la fine della loro vita ed esplodono.

Dire che un elemento è pesante significa dire che ha tanti protoni, uno dei tipi di  mattoncini che compongono gli atomi. Questo particolare elemento pesante che è stato trovato recentemente nello spazio si chiama stronzio, e viene usato anche qua sulla Terra per preparare i fuochi d’artificio.

Questa scoperta ci dice che gli elementi più pesanti nell’Universo si possono formare in seguito ad eventi violenti e ci da una nuova tessera del puzzle che ci svelerà da dove provengono tutti gli elementi.

Immagine: ESO/L. Calçada/M. Kornmesser

Fatto curioso

In totale ci sono solo 118 elementi chimici. Questo vuol dire che qualsiasi cosa nella tua stanza – e qualsiasi cosa possiamo vedere sulla Terra – è fatta da diverse quantità di alcuni di questi elementi. Solo 118 elementi chimici per fare tutto! Lo stesso è vero per i corpi celesti. In realtà là fuori potrebbe esserci qualche altro elemento chimico, ma fino ad ora se ne conoscono solo 118.

Share:

Maggiori Notizie
31 October 2019
11 September 2019

Printer-friendly

PDF File
1020,1 KB