Seguici
iBookstore
Android app on Google Play
Like Us
Un programma di
Cassini: conto alla rovescia per il gran finale.
04 May 2017

Notizie spaziali

Qui puoi leggere le ultime Notizie spaziali, il nostro giornale online di astronomia per bambini dagli 8 anni in su. Con Notizie spaziali vorremmo cambiare il modo in cui di solito la scienza è percepita dai bambini e dai ragazzi come una materia noiosa e fuori moda. Condividendo con loro le ultime scoperte nel campo dell'astronomia, vorremmo incoraggiare nei bambini l'interesse verso la scienza e la tecnologia. Notizie spaziali è uno strumento prezioso, che può essere utilizzato anche in classe per insegnare e discutere le
recenti scoperte astronomiche.

Notizie spaziali è disponibile nella seguenti lingue:

Inglese, Dutch, Italian, German, Spanish, Polish, Albanian, Arabic, Bengali, Bulgarian, Chinese, Czech, Danish, Farsi, French, Greek, Gujarati, Hebrew, Hindi, Hungarian, Icelandic, Indonesian, Japanese, Korean, Maltese, Norwegian, Portuguese, K’iche’, Romanian, Russian, Sinhalese, Slovenian, Swahili, Tamil, Tetum, Turkish, Tz’utujil, Ukrainian, Vietnamese, Welsh

Cassini: conto alla rovescia per il gran finale.
04 May 2017:
Dove vanno a morire i vecchi satelliti?
25 April 2017:
Un uovo di Pasqua cosmico
16 April 2017:
Nati selvaggi
01 April 2017:
La mappa della crosta magnetica terrestre
24 March 2017:
Le galassie ruotano più velocemente man mano che invecchiano
16 March 2017:
Gli Anelli di Saturno sono caldi e sfocati
07 March 2017:
Biancanana e i sette pianeti
22 February 2017:
Un ponte fra mondi
17 February 2017:
La crosta terrestre si rompe? Meglio: ci fa respirare!
12 February 2017:
Mica tutti i vagabondi han perso la strada!
31 January 2017:
L'universo si sta espandendo sempre più velocemente?
27 January 2017:
Ciao ciao dalla sonda Cassini
20 January 2017:
Un viaggio nello spazio profondo: l’Universo più lontano visto nei raggi X
15 January 2017:
Perché le stelle massicce sono così gassose?
19 December 2016:
Un’origine oscura per un esplosione misteriosa
12 December 2016:
Uno spettacolo di ombre cosmiche
05 December 2016:
Una foto di famiglia. Stellare.
28 November 2016:
15000 rocce spaziali (e non è finita qui…)
10 November 2016:
Guardare dentro la Terra con il magnetismo
17 October 2016:
Plutone a raggi X
10 October 2016:
Il mistero della pulsar mostruosa
23 September 2016:
Individuato il Punto per l’Atterraggio di Philae, l’Amico di Rosetta.
17 September 2014:
Il Tempo Vola su un Pianeta Alieno
30 April 2014:
Il lato cattivo della natura
02 April 2014:
Scimmie nello Spazio
20 March 2014:
La più grande stella gialla dell'Universo
14 March 2014: Cosa mostra quest'illustrazione? Suggerimento: non si tratta del Sole.
Avvertenze sullo stato di una stella vicina
07 March 2014:
Raccogliendo gli indizi sulla scena di un crimine cosmico
04 March 2014: Immaginatevi la scena: siete in campagna, non c'è nessun villaggio vicino, è una piacevole notte d'estate. Non soffia un alito di vento e gli unici rumori che disturbano il silenzio sono quelli degli animali notturni. Voi siete sdraiati su una coperta sull'erba verde, e osservate il cielo stellato. La luna vi sorride e le stelle brillano nella notte. Vi siete mai sentiti così calmi e rilassati?

Demolizioni cosmiche nella Cintura degli asteroidi
28 February 2014: Quanti corpi ci sono nel Sistema solare?
Lo sappiamo tutti: ci sono una stella (il Sole), otto pianeti (compresa la Terra) e centinaia di lune. Ma spesso ci dimentichiamo gli oggetti più comuni nel nostro vicinato: gli asteroidi.
Tante storie nella notte stellata
19 February 2014: A differenza di molte materie, tipo la storia e la matematica, non c'è bisogno di studiare scienze sui libri: basta la pratica. In fin dei conti, scienza significa studio del mondo che ci circonda.

L'Asteroide con il Cuore di Pietra
05 February 2014:
Quando mangiano i mostri galattici?
31 January 2014: Nascosti nel grandissimo spazio nero che riempie i nostri cieli notturni, esistono oggetti più esotici, più giganteschi e più potenti di ogni oggetto che possiamo immaginare sulla Terra - i merging di galassie, e cioè le fusioni di galassie.

Il Tuo Bollettino Meteo dalla Galassia
29 January 2014:
La Bella Addormentata si Sveglia da un Lungo Sonno Spaziale
24 January 2014:
Molecole di Gas Nobili: Condizioni Cosmiche Adatte
19 December 2013:
Basta starburst!
24 July 2013: I biologi non sono i soli a studiare l'evoluzione! Anche tanti astronomi lavorano su quest'argomento. Invece di studiare l'evoluzione degli esseri umani, però, gli astronomi studiano come fanno le galassie neonate (dette "protogalassie") a diventare quei giganteschi sistemi di centinaia di miliardi di stelle brillanti simili alla galassia in cui viviamo noi. Questa coloratissima immagine potrebbe sembrare un'opera d'arte moderna, ma in realtà si tratta di osservazioni reali della Galassia dello Scultore, una galassia vicina alla nostra, fatte con un telescopio.
Il giorno in cui la Terra si mise in posa
23 July 2013: Qualcosa di fantastico, nuovissimo e davvero speciale è appena accaduto!
La spaghettificazione
17 July 2013: Chi è vecchio, secondo te? I tuoi genitori? I tuoi nonni? In termini astronomici, gli esseri umani non sono mai vecchi. Il nostro Sole ha già vissuto 4.6 miliardi di anni, ed è appena a metà della sua esistenza! Siccome i corpi cosmici vivono incredibilmente più a lungo degli esseri umani, spesso potremmo pensare che nello spazio non succede un bel niente. Una stella che muore con una fantastica esplosione di supernova, per esempio, non è una cosa che si vede tutti i giorni! Allo stesso modo, è raro vedere uno sfortunatissimo oggetto celesto che si avvicina troppo a un buco nero e viene risucchiato. Eppure, aspetta un momento... questo è esattamente quello che gli astronomi stanno osservando in questo momento! E non si tratta di un buco nero qualunque, ma del buco nero supermassiccio che si trova al centro della nostra galassia!

Un circo nel cielo
16 July 2013: Prima dell'invenzione del telescopio, nel 17esimo secolo, la gente era convinta che la Terra si trovasse al centro dell'Universo. Si riteneva perfino che fosse il Sole a girare attorno alla Terra, e come il Sole anche i pianeti e le altre stelle! Soltanto quando la tecnologia ha permesso di scrutare lo spazio in maggiore profondità, gli uomini si sono resi conto che non solo è la Terra che gira intorno al Sole, ma che anche il Sole si muove attorno al centro della nostra galassia, la Via Lattea!
Un altro pianeta blu
11 July 2013: Spesso si parla della Terra come del “pianeta blu”, per i grandi oceani che ricoprono due terzi della sua superficie. Visto dallo spazio, il nostro mondo sembra un puntino di un pallido blu.
Il più grosso bebè della galassia
10 July 2013: Con un normale telescopio per la “luce visibile” riusciamo a osservare soltanto una piccolissima parte di tutto quel che c’è nell’Universo. Per avere una visione completa è necessario osservare tutti i diversi tipi di luce che arrivano dal cielo. Le onde radio, i raggi X e la radiazione infrarossa sono esempi di tipi diversi di luce. Essi sono uguali alla luce normale, ma i nostri occhi non possono vederli, quindi per noi sono invisibili. Un po’ come il suono: gli esseri umani non possono sentire tutti i suoni (Lo sapevi che i cani sentono dei suoni a frequenze che sarebbero troppo alte per le nostre orecchie?).
Stai fermo? Non direi!
04 July 2013: Se mentre leggi questa Notizia spaziale sei seduto, sicuramente ti sembrerà di essere fermo, mentre in realtà stai viaggiando nello spazio a velocità che farebbero sembrare i missili lenti come lumache! Innanzitutto, pensa che la Terra fa un giro completo su se stessa in 24 ore. Quindi, mentre tu stai seduto e non ci pensi, la Terra ruota a una velocità superiore a 1500 chilometri orari! Inoltre, la Terra gira intorno al Sole, e il Sistema solare gira attorno al centro della nostra galassia, la Via Lattea. E in tutto questo movimento, un bicchiere d’acqua sul tavolino non perde neanche una goccia!
La grande esplosione che nessuno vide
27 June 2013: Circa una o due volte ogni 100 anni, una gigantesca bomba nucleare esplode nella nostra galassia. Nel giro di poche settimane, viene emessa più energia di quanta produce il Sole in tutta la sua vita! Questa potente esplosione si chiama “supernova”, ed è quello che succede ogni volta che una stella pone tragicamente fine alla propria vita.
L’atlante delle galassie peculiari
21 June 2013: Sei un lettore abituale delle Notizie spaziali? Allora sai sicuramente che l’Universo è grande oltre ogni immaginazione (a meno che la tua immaginazione non sia molto più grande della mia!). Quindi sarai senz’altro stupito di sapere che meno di 100 anni fa le grandissime menti dell’astronomia discutevano ferocemente per stabilire se la nostra galassia costituisse l’intero Universo oppure no! A questo “Grande Dibattito” - così si chiamava - pose fine Edwin Hubble negli anni ’20, dimostrando che Andromeda era una galassia separata dalla nostra.
Il mostro affamato sotto la coperta di polvere
20 June 2013: Quasi ogni galassia ospita, al centro, un mostro gigantesco. Alcuni se ne stanno silenziosi nell’oscurità, in attesa della prossima vittima che si avvicini troppo. Altri si nutrono in maniera molto disordinata, ingoiando il materiale che hanno intorno e diventando sempre più massicci. Questi mostri selvaggi sono i buchi neri e, quando si alimentano, danno origine agli oggetti più brillanti ed energetici dell’Universo: i nuclei galattici attivi!
Notti senza nuvole su una Super-Terra
12 June 2013: È facile dare per scontato qualcosa che ci fa comodo, abbiamo sempre avuto, e per di più è invisibile. Ma oggi dedichiamo un momento a riflettere su quanto siamo fortunati, estremamente fortunati, che il nostro pianeta abbia un’atmosfera!
Le stelle hanno un battito?
12 June 2013: Questa fotografia contiene migliaia di stelle che, viste da lontano, sembrano tutte uguali: piccoli punti di luce.
Tutti a bordo del Mars Express!
07 June 2013: Dieci anni fa, il Mars Express fu lanciato oltre l’atmosfera della Terra e iniziò il suo viaggio verso il pianeta rosso. Da allora, la sonda ha lavorato duro per svelare i tanti misteri di questo mondo alieno.
In trappola!
06 June 2013: Ormai sappiamo che l’Universo è pieno di pianeti. Quasi un migliaio di mondi alieni sono stati scoperti in orbita attorno a stelle lontane. Tuttavia non abbiamo ancora capito come si formano esattamente questi pianeti. Sappiamo che spesso le stelle giovani sono circondate da anelli di polvere, come quello in questa fotografia.
Dove sono le galassie normali?
03 June 2013: Quando osservi il cielo in una notte chiara, vedi tantissime stelle supergiganti blu. Non è che le stelle supergiganti blu siano molto comuni, è solo che sono facili da vedere. In maniera simile, molte galassie lontane che sono state osservate e catalogate sono luminosissime e facili da vedere. Si potrebbe allora avere l’impressione che nell’Universo le galassie brillantissime e attive siano molto più comuni di quelle “normali”, come la nostra galassia, la Via Lattea. Però quest’impressione potrebbe rivelarsi sbagliata.
Immortalato!
03 June 2013: Nel 1992 ci fu una scoperta che cambiò radicalmente la nostra visione dell’Universo: fu trovato il primo mondo alieno, in orbita attorno a una stella lontana. Prima di allora, l’esistenza di quelli che vengono chiamati “esopianeti” era stata ipotizzata molte volte, ma mai dimostrata. Dopo la scoperta del 1992, però, i dubbi non erano più giustificati: la Terra coi suoi fratelli e sorelle del Sistema solare non erano soli.
Il cerchio della vita
29 May 2013: Quando guardiamo le stelle brillare nella notte, è difficile pensare che non esisteranno per sempre. La maggior parte di quelle piccole luci sparse per il cielo sono state lassù per l'intera storia dell'umanità. Ma in realtà, proprio come gli esseri umani, anche le stelle nascono, crescono, invecchiano e alla fine muoiono. La loro morte dipende dalla massa. Le stelle piccole spariscono dolcemente, come candele spente dal vento, mentre le stelle massicce muoiono con esplosioni gigantesche, miliardi e miliardi di volte più potenti di una bomba atomica!
Tipi magnetici
29 May 2013: Quando una stella massiccia giunge alla fine della propria vita, non si spegne come una candela. Piuttosto, scompare con un gigantesco bang, o meglio un'esplosione che brilla più di ogni altra cosa nell'Universo! Quest'esplosione si chiama supernova, e quando avviene la stella si distrugge e spara materiale nello spazio. Qualcosa, però, rimane: una stella di neutroni, il nucleo della stella massiccia esplosa.
Tutto rosa
23 May 2013: Lo strumento migliore del mondo per l'osservazione dell'Universo visibile compie 15 anni oggi. E allora tanti auguri al Very Large Telescope! Per celebrare il suo compleanno, il telescopio è stato utilizzato per scattare questa fotografia di una grande festa spaziale. Il tema della festa è "Tutto rosa", e ci sono luci da discoteca e palloncini scuri sparsi qua e là.
Vedere l'Universo invisibile
20 May 2013: Le fotografie dello spazio sono quasi sempre bellissime, e spesso ci mostrano cose che sarebbero invisibili con i nostri occhi umani. Anche questa foto non è da meno! Al centro dell'immagine, infatti, si nasconde un mostro invisibile: un buco nero supermassiccio. Si tratta di un vero e proprio campione del gioco di nascondino, che si è perfino riparato dietro una spessa nube di polvere al centro della galassia in cui vive! Nenche le macchie colorate luminose che vedi nella foto si possono vedere a occhio nudo: il colore rosa rappresenta le onde radio e quello blu i raggi X.
Che fresco là fuori!
15 May 2013: Nell'Universo si sta freschi. Se si potesse salire su un pullman turistico e fare un giro del cosmo, visiteremmo un certo numero di attrazioni "calde", come il Sole, i mostruosi buchi neri e i miliardi di stelle brillanti. Ma per la maggior parte del tempo vedremmo soltanto spazio incredibilmente freddo. L'oscurità vuota che costituisce gran parte dell'Universo ha una temperatura media di meno 270°C! Soltanto qualche grado sopra lo "zero assoluto" - ovvero -273°C, la temperatura più fredda possibile.
Fenici stellari
09 May 2013: A molti anni luce dal nostro Sistema solare, sono stati scoperti vari pianeti simili alla Terra che, come la leggendaria fenice (o come Fanny, per chi ha letto Harry Potter), risorgono dalle ceneri di una coppia di stelle ormai "bruciate".
Nuvoloso con probabili nascite stellari
02 May 2013: Nello spazio non esiste l'atmosfera. Questo vuol dire che non tira vento, non scende la pioggia e non c'è la neve... però ci sono le nuvole. Le nubi spaziali di gas e polvere si chiamano nebulose, o nebulae. E infatti "nebula" è una parola che in latino significa proprio "nuvola". Di queste nubi ne esiste una gran varietà: alcune sono resti di stelle ormai morte, altre - come questa - sono regioni in cui nascono tante stelle. In realtà, in questa nuovissima fotografia possiamo ammirare due tipi diversi di nebulose: una nebulosa a emissione e una a riflessione.
Dentro l'alone
30 April 2013: L'Universo è enorme, ma è pieno di spazio vuoto. La luce della stella più vicina a noi, oltre il Sistema solare, viaggia nello spazio completamente vuoto per 4.2 anni prima di raggiungere i nostri occhi, anche se niente viaggia più velocemente della luce e noi viviamo in una zona densamente popolata dell'Universo! Eppure a volte, nonostante tutto questo spazio vuoto, si osservano galassie che sbattono una contro l'altra. Una di queste collisioni è stata catturata in questa fotografia spaziale, che ci fa vedere la grande nube di gas caldo, chiamata NGC 6240, che circonda le due galassie.
Il tessuto incurvato del nostro Universo
25 April 2013: Ti sei mai chiesto come facciano le persone dall'altro lato della Terra a non cadere? Nel 17esimo secolo, un uomo che si chiamava Isaac Newton trovò la risposta: la gravità. Newton capì che la gravità è una forza che attrae tutti i corpi che hanno massa. La gravità è ciò che trattiene i tuoi piedi a terra, e la Terra e gli altri pianeti in orbita attorno al Sole nel Sistema Solare.
Lo splash della cometa su Giove
25 April 2013: Giove è un gigante gassoso, il più grande pianeta del nostro Sistema solare, con più del 70% della massa di tutti gli altri pianeti messi insieme. Quando gli scienziati l'hanno soprannominato "gigante gassoso" non esageravano: se tu cadessi con un paracadute su Giove non sbatteresti mai su qualcosa di solido. Per decine di migliaia di chilometri cadresti attraverso un'atmosfera spessa e piena di tempeste, per poi trovare la caratteristica più incredibile del pianeta: un oceano profondo 40000 km e costituito da un fluido insolito!
Nate selvagge
19 April 2013: Nella nostra Via Lattea - la galassia in cui viviamo - le stelle nascono in un posto riparato, circondate e protette da soffici, calme nubi di gas. Ma c’è una piccola galassia lontana lontana, a 55 milioni di anni luce di distanza da noi, in cui la situazione è molto diversa! Questa galassia nana sta volando attraverso un gruppo di galassie alla velocità pazzesca di 1000 chilometri al secondo. Nella corsa, si lascia dietro una lunga scia di gas, dove le condizioni sono decisamente estreme, altro che nella nostra tranquilla Via Lattea. Le temperature raggiungono un milione di gradi, e furiosi cicloni di vento soffiano a gran velocità, a 4 milioni di chilometri orari.
Boom di nascite stellari
17 April 2013: Il più grande boom di nascite di stelle si verificò quando l'Universo era ancora giovane, nelle galassie che contenevano una grandissima quantità di polvere cosmica. Purtroppo, la stessa polvere che fa queste galassie così fertili le oscura alla nostra vista, e rende molto difficile osservarle con i normali telescopi. Per più di 10 anni gli astronomi hanno cercato di osservare queste galassie giovani in fase di boom di nascite stellari. Adesso, a sole quattro settimane dalla sua entrata in azione, il telescopio speciale ALMA è riuscito a individuare più di 100 di queste galassie. Cioè più di quanto avessero mai trovato tutti gli altri telescopi messi assieme! In queste fotografie puoi vedere un po' delle galassie scoperte da ALMA.

Tutto è cominciato con un Big Bang... sì, ma quando?
22 March 2013: Hai mai immaginato di viaggiare indietro nel tempo fino all'inizio del tempo stesso, o di poter vedere tutto l'Universo? Accontentato: basta osservare questa fotografia! Il telescopio spaziale Planck ha osservato la luce più antica che sia possibile osservare, quella che proviene dall'inizio dell'Universo! Tutte le osservazioni di Planck sono state raccolte in questa mappa, che ci mostra l'aspetto del nostro Universo quand'era giovanissimo. Le macchie rosse e blu sono i "semi" originali di quelle che oggi sono diventate stelle e galassie!
Come farsi notare
20 March 2013: Qualche anno fa, nel 1999, questa galassia girellava tranquillamente per lo spazio senza che nessuno la degnasse di uno sguardo. Ma il suo anonimato non era destinato a durare, e all'improvviso la calma fu squarciata da una spettacolare esplosione. Si trattava della morte di una stella massiccia: uno degli eventi più violenti che esistano in natura. Queste esplosioni sono chiamate "supernovae", e quella supernova fu così brillante da superare in luminosità tutto il resto della galassia!
La stella che visse due volte
18 March 2013: Nel 1604, una nuova stella apparve nel cielo notturno. Brillava più di ogni altra stella e per tre settimane fu possibile vederla perfino durante il giorno! Questa luce misteriosa era causata dalla morte esplosiva di una stella vicina a noi. Esplosioni simili si chiamano "supernovae", ed emettono così tanta luce da essere, per qualche settimana, più brillanti di una galassia con miliardi di stelle! Poi, lentamente, la loro luce si affievolisce e rimangono soltanto delle belle nubi scintillanti di gas, come quelle in questa foto.
La ricerca delle nostre origini cosmiche comincia!
13 March 2013: ALMA, un telescopio nuovo di zecca, oggi apre i suoi occhi sull'Universo. Il gigantesco telescopio è il più grande del mondo: è costituito da cinquantaquattro antenne dal piatto di 12 metri (in altezza è simile a un palazzo di quattro piani) più altre dodici antenne leggermente più piccole (7 metri). Queste sessantasei antenne lavorano tutte insieme formando il telescopio più potente della Terra! ALMA può catturare la luce di alcuni degli oggetti più lontani nel cosmo, e svelare per la prima volta i dettagli dell'Universo primordiale. Questa bella fotografia ci mostra il telescopio ALMA che si allunga nel deserto di Atacama in Cile.
Candele cosmiche che gettano luce sulle dimensioni dell'Universo
06 March 2013: Gli astronomi hanno cercato per un centinaio di anni di misurare precisamente la distanza che ci separa da una delle galassie più vicine a noi, la Grande Nube di Magellano. Misurare le distanze nell'Universo è un affare molto complicato: non si può viaggiare fino alla Grande Nube di Magellano con un metro in tasca, e avremmo bisogno di un righello lunghissimo! Allora gli astronomi si sono inventati una serie di trucchi per misurare le distanze utilizzando semplicemente la luce.
L'incredibile aldilà delle stelle giganti
06 March 2013: Le stelle di neutroni sono i nuclei super-compatti che rimangono dopo che le stelle massicce arrivano alla fine della loro vita ed esplodono. Gli strati più esterni della stella sono soffiati via durante l'esplosione, ma il materiale al centro collassa su se stesso, dando origine a una palla densissima (cioè molto compressa) di materia. Questo processo porta alla formazione degli oggetti celesti più compatti dopo i buchi neri: le stelle di neutroni!
Congratulazioni! È un pianeta!
28 February 2013: Quando una donna è incinta, i dottori le fanno delle ecografie all'utero per tenere d'occhio la crescita del bambino. Recentemente gli astronomi hanno fatto qualcosa di molto simile a una stella vicina - per caso! Mentre osservavano il disco gassoso che circonda la stella, hanno scoperto con grande sorpresa un pianeta, che stava crescendo proprio lì dentro! È la prima volta che un pianeta viene osservato nella fasi iniziali della sua vita. Quest'immagine, realizzata da un artista, ci mostra quale dovrebbe essere l'aspetto del pianeta da vicino.
Cosa c'entra l'aragosta?
20 February 2013: Le fotografie dello spazio sono straordinarie, è vero, ma l'astronomia non è semplicemente un album di foto bellissime, è la chiave con cui apire la porta sui sugreti del cosmo! Questa foto spaziale della Nebulosa Aragosta è stata scattata nel corso di un gigantesco censimento del cielo (una "survey", come dicono gli astronomi) fatto dal telescopio VISTA. Il censimento ci permetterà di realizzare una mappa della nostra galassia, la Via Lattea, aiutandoci a capire come si sia formata.
L'altra faccia di una galassia mostruosa
20 February 2013: No, non si tratta della fotografia di un potente raggio laser di Guerre Stellari o di qualche altro film di fantascienza. Quello che si vede in quest'immagine è il centro di una delle galassie più attive dell'Universo. Centri galattici simili a questo eruttano quantità incredibili d'energia - sono più brillanti di un centinaio di galassie normali messe assieme!
Detective di Supernovae
19 February 2013: Spesso gli astronomi devono risolvere casi intricati raccogliendo prove e indizi, come il famoso detective Sherlock Holmes. Non appena gli scienziati hanno visto, con l'Osservatorio spaziale a raggi X Chandra della NASA, la forma distorta di questo resto di supernova, hanno capito che c'era sotto qualcosa di strano. Dopo aver esaminato più e più volte i dati, ed escluso tutte le possibilità, gli astronomi hanno dedotto che in questa fotografia si nasconde un segreto decisamente oscuro: un giovane buco nero!
Navigando nel vento solare
18 February 2013: Hai mai visto le luci delle aurore boreali? In prossimità del polo Nord o del polo Sud si possono ammirare fantastiche strisce di luce colorata nel cielo notturno. Chi le ha viste dice che si tratta di una delle esperienze più belle che abbia mai fatto! Questo meraviglioso fenomeno è causato dalle particelle in volo dal Sole alla Terra: il "vento solare". Le particelle del vento solare incontrano il campo magnetico terrestre, che le trascina verso i poli, dove riescono a intrufolarsi fra le linee del campo magnetico e a interagire con l'atmosfera della Terra creando luci bellissime nel cielo.
Da dove vengono i raggi cosmici?
14 February 2013: I raggi cosmici sono particelle di altissima energia che vengono da molto lontano, ben oltre il Sistema solare. Per questo i raggi cosmici ci permettono di studiare il materiale dello spazio profondo. Purtroppo, però, i campi magnetici della nostra galassia e del Sistema solare modificano le traiettorie dei raggi cosmici al punto che non riusciamo a ripercorrerle indietro fino a capirne l'origine. Finalmente, studiando i resti di una stella morta migliaia di anni fa, gli astronomi hanno trovato degli indizi che permettono di dire quale sia l'origine dei raggi cosmici.
Il test della macchia d'inchiostro
13 February 2013: Ecco una bellisima foto dell'Osservatorio Europeo Australe (ESO), con una distesa di stelle! Ma cos'è quella roba? Qualcuno ha rovesciato un po' d'inchiostro sulla foto? Questo è quello che gli astronomi devono aver pensato la prima volta che l'hanno vista. Anche se hanno usato parole più poetiche per descriverla: "una goccia d'inchiosto nel cielo luminoso".
Quanto pesa un disco?
11 February 2013: La nuvola arancione nella foto ci mostra un disco di materiale espulso durante la formazione della stella al centro. Dischi come questo contengono tutti gli ingredienti necessari per fare un pianeta! Ma quanti pianeti possono nascere da un disco? Per rispondere a questa domanda gli astronomi hanno bisogno di conoscere il peso del disco.
Le ali della Nebulosa Gabbiano
06 February 2013: Le stelle brillanti e i riccioli di gas scintillanti in questa fotografia ritraggono una parte della bellissima Nebulosa Gabbiano.
Bello e mortale
28 January 2013: C’è una regola nella natura: più una cosa è bella, più è mortale. Per esempio, gli animali, gli insetti e le piante più colorate sono sempre quelle più velenose. Nello spazio, le cose non funzionano diversamente. Questa nuova fotografia ci mostra una bolla rosa di gas che brilla davanti a un sacco di stelle. Ecco, questa magnifica nuvola è un’altra delle bellezze pericolose che ci sono in natura – e infatti sta emettendo una grossa quantità di radiazione intensa e mortale!
La notte è in fiamme
23 January 2013: Il Sole che illumina il cielo durante il giorno, e i puntini brillanti che splendono nel cielo di notte, sono tutte stelle - sfere giganti di gas incandescente. Le stelle nascono nello spazio, all'interno di spesse nubi di gas. Questo ce lo dicono gli astronomi, che per scoprirlo hanno dovuto costruire speciali telescopi in grado di catturare anche quella luce che i nostri occhi non possono vedere. Utilizzando i telescopi, gli astronomi sono in grado di scrutare all'interno delle nubi oscure dove nascono le stelle, per vedere cosa succede.
Sulle spalle del gigante
22 January 2013: La stella al centro di questa fotografia è Betelgeuse, che si trova sulla spalla della costellazione del gigante Orione (detto anche "il cacciatore"). Le costellazioni sono immagini di oggetti, animali e umani che - nella nostra fantasia - popolano il cielo notturno: basta unire le stelle fra loro come i puntini nei giochi! Dall'emisfero settentrionale Orione è una costellazione facilmente visibile a occhio nudo nelle sere d'inverno, e Betelgeuse è la stella rossa-arancione situata sopra alle tre stelline della famosa cintura di Orione, a sinistra. Se puoi, esci fuori stasera e dai un'occhiata!
Quando il pianeta rosso era blu
17 January 2013: Sicuramente sai già che la Terra non è l'unico pianeta del Sistema solare, e che di pianeti ce ne sono in tutto otto. Sotto molti punti di vista, il pianeta più simile alla Terra è Marte, che viene chiamato "pianeta rosso" per il colore della sua superficie. Ma è sempre più chiaro che in passato Marte è stato per tantissimo tempo un pianeta blu, ricoperto di laghi, fiumi e mari, proprio come la Terra!
Luce nel buio
16 January 2013: Non sempre le cose sono ciò che sembrano, specialmente nello spazio. Spesso le regioni più vuote del cielo nascondono i segreti più interessanti. In questa nuova bellissima immagine, una nube scintillante di polvere cosmica si staglia su uno sfondo di stelle. A occhio nudo si direbbe che nubi come questa siano deserte e scure, ma in realtà alcune di esse contengono le nebulose più brillanti e le stelle giovani più calde dell'Universo!
Foto con sorpresa
10 January 2013: Hai presente quando sei in posa davanti a un'attrazione turistica e qualcuno passa davanti alla macchina fotografica e rovina la foto? La stessa cosa è successa agli astronomi mentre fotografavano una galassia nana: un ammasso globulare è finito nel mezzo.
Qualcuno chiami gli Acchiappafantasmi!
09 January 2013: Nel mondo ci sono milioni di persone che credono ai fantasmi, e tanti giurano di averne visto uno. Bene, da qui in avanti anche tu fai parte del gruppo! Questa nuova immagine spettrale ci mostra una stella massiccia ormai nell'aldilà. In pratica, una stella °fantasma".

Giganteschi mangiatori di gas
02 January 2013: Lo sapevi che sei fatto di polvere di stelle? Tutti noi siamo fatti di materiale stellare, e anche la Terra lo è! Praticamente ogni cosa attorno a noi è fatta di materiali che sono stati forgiati nel centro di una stella. Tutto quello che non è stato creato dentro una stella, è costituito dello stesso materiale di cui sono fatte le stelle - un esempio sono i pianeti gassosi come Giove e Saturno. Poiché i pianeti si formano dal materiale che avanza durante la nascita delle stelle, tutto è chiaro!
Come mantenersi giovani mentre il tempo passa
19 December 2012: C’è chi è ancora in gran forma a 90 anni, e c’è chi a 50 comincia a perdere qualche pezzo. Quello che conta non è soltanto il numero di anni che è passato, ma il modo in cui le persone hanno vissuto. Fumare, bere alcolici e avere una cattiva alimentazione ti può far sembrare molto più vecchio e vivere qualche anno in meno. E la stessa cosa vale per gli ammassi stellari!
Un regalo di Natale dallo spazio
18 December 2012: Il Telescopio spaziale Hubble ci aiuta a entrare nello spirito natalizio con questa nuova fotografia dello spazio. I riccioli di gas che danzano nella foto sembrano un nastro brillante nello spazio, che ricorda quelli che – fra meno di due settimane – avvolgeranno i tuoi regali di Natale! Se ora provi a ribaltare l’immagine, con un po’ di fantasia ti sembrerà una “S”, l’iniziale di Santa Claus, il nome inglese di Babbo Natale!
La forza sia con te
17 December 2012: La bella galassia di questa foto spaziale fa parte di un sistema di tre galassie tenute insieme dalla gravità, che si chiama “Tripletta del Leone”. La sua forma perfetta di spirale è stata distrutta dalle due vicine. Vedi com'è allungata sul lato destro? Lo è perché le tre galassie non fanno che tirarsi l’una verso l’altra.
Cieli bui, stelle brillanti
06 December 2012: Solitamente la luce ci permette di vedere. Ma quando si tratta del cielo notturno, la luce ci dà solo fastidio. I lampioni e i fari delle automobili disturbano la nostra visione delle stelle, dei pianeti e anche della Via Lattea, la nostra galassia. A occhio nudo, dovresti poter vedere circa 2500 stelle, ma se vivi in una grande città probabilmente ne vedi meno di 10!
Colpita!
06 December 2012: L’Universo è vasto e costituito per la maggior parte da spazio vuoto, eppure piuttosto spesso ci sono collisioni di portata “cosmica"! Considera per esempio la galassia in questa fotografia: sembra un gigantesco bersaglio, e infatti è stata centrata in pieno da una galassia più piccola, quasi 300 milioni di anni fa.
Dai piccoli omini verdi alle grandi galassie verdi!
05 December 2012: Sulla Terra vivono sette miliardi di persone di età, taglie e colori della pelle diversi. Pensa che le galassie nell’Universo sono almeno un milione di volte gli esseri umani! E anche di galassie ce n’è una gran varietà!
Venere vulcanico
04 December 2012: Sulla Terra, i vulcani attivi sono uno dei fenomeni più affascinanti e maestosi offerti dalla natura. Ora gli astronomi hanno scoperto che i vulcani possono eruttare con violenza anche su Venere, il pianeta più vicino alla Terra.
Dai grani ai pianeti
30 November 2012: Per tanto tempo abbiamo pensato che i pianeti si formassero e vivessero in prossimità delle stelle. Per esempio, il Sole è la stella madre di tutti i pianeti del Sistema solare. Adesso, però, gli astronomi hanno scoperto che anche altri oggetti possono fare i loro pianeti! Quindi i pianeti rocciosi come la Terra potrebbero essere perfino più comuni, nell'Universo, di quanto ci immaginavamo finora!
Scoppi spaziali!
28 November 2012: I buchi neri hanno una cattiva reputazione: si dice che divorino tutto ciò che li circonda facendolo sparire per sempre. Un fatto meno noto è che ogni tanto i buchi neri generano getti potentissimi, con cui sparano fuori materiale. Gli astronomi hanno appena scoperto due di questi getti, ed entrambi sono da Guinness dei primati!
Il cugino pelato di Plutone
21 November 2012: Sembra che Makemake, un pianeta nano del nostro Sistema solare, non abbia atmosfera. Insomma, è pelato! Per questo motivo non può neppure appigliarsi a quei due raggi di sole che riceve alla distanza a cui si trova, e cioè più lontano dal Sole di suo cugino Plutone.
Bolle spaziali
16 November 2012: Gli astronomi hanno immortalato un evento davvero speciale: il risveglio di una nebulosa planetaria, fenomeno che in inglese si chiama "reborn planetary nebula". Come puoi vedere in quest'immagine, si tratta di una bolla di gas all'interno di una bolla già soffiata - la nebulosa planetaria. La maggior parte delle stelle alla fine della vita diventano nebulose. Ogni tanto, come in questo caso, lo fanno per due volte.
Un pianeta solitario perso nello spazio
14 November 2012: Nello spazio è stato avvistato un pianeta solitario che si aggirava senza nessuna stella-genitore intorno! Si pensa che questo piccolo orfano si sia formato ugualmente agli altri pianeti, dal materiale di scarto che circondava una stella giovane. Ma per qualche ragione è stato buttato fuori di casa.
Stelle pensionate con l'hobby della scultura
08 November 2012: Quando la gente va in pensione si trova qualche hobby per riempire il tempo libero: c'è chi inizia a disegnare, chi va a pesca... Recentemente gli astronomi hanno scoperto che due stelle "in pensione" (chiamate nane bianche) al centro di questa bella nebulosa si sono date alla scultura! I getti di materiale colorati in rosso che escono fuori dai due lati di questa nebulosa vengono curvati in queste forme di S dalla danza in corso fra queste due stelle di una certa età.
  1 | 2 Prossimo »
Risultati 1 a 100 di 172